Loading...

“La realtà che NON esiste” è il contest, ideato da Manuela Cacciamani e realizzato da One More Pictures con Rai Cinema, che intende promuovere le nuove forme di storytelling digitale in formato transmediale: una narrazione in grado di raccontare agli adolescenti e agli adulti che gli stanno accanto le minacce e le opportunità del digitale, dei social network e delle nuove tecnologie.

Ogni anno viene scelta una sceneggiatura scritta da autori under 35 che diventa un cortometraggio realizzato da One More Pictures e Rai Cinema. Un modo per offrire ogni anno l’opportunità a un giovane filmaker di vedere sviluppata la sua sceneggiatura in un articolato progetto produttivo che comprende un cortometraggio lineare, un cortometraggio in virtual reality e altri formati crossmediali.

Gli obiettivi sono molteplici: costruire un laboratorio di innovazione a servizio delle tematiche sociali, realizzare un nuovo paradigma produttivo, educare gli adolescenti ai nuovi mondi digitali utilizzando l’immediatezza del linguaggio audiovisivo e fornire una nuova opportunità ai giovani film-maker.

“La realtà che NON esiste” vuole unire il racconto di una tematica sociale alle nuove forme di storytelling trasformando una storia forte in un progetto transmediale capace di promuovere la realtà virtuale ed i nuovi linguaggi dell’audiovisivo.

Il tema della VI edizione è “Tra Cuore e Mente: L’educazione sentimentale ai tempi dei social network”. La data ultima per l’invio delle sceneggiature è l’14 gennaio 2024.

I progetti lineari frutto delle precedenti edizioni sono stati presentati come eventi speciali alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e sono fruibili su Rai Play, le versioni VR sull’app Rai Cinema Channel VR, la versione social story è stata veicolata tramite il canale Instagram di Rai Cinema e YouTube. Le versioni videomapping sono state proiettate sui monumenti simbolo di alcune città italiane.

Le edizioni precedenti hanno raggiunto oltre 24,6 milioni di persone sui canali social con i materiali promozionali e una copertura mediatica imponente. Sono state registrate più di 2,2 milioni di interazioni sui social network di Rai Cinema, dei partner e degli artisti. Le visualizzazioni dei contenuti video pubblicati sui canali social sono state di 20,2 milioni.

“La realtà che NON esiste” è il contest, ideato da Manuela Cacciamani e realizzato da One More Pictures con Rai Cinema, che intende promuovere le nuove forme di storytelling digitale in formato transmediale: una narrazione in grado di raccontare agli adolescenti e agli adulti che gli stanno accanto le minacce e le opportunità del digitale, dei social network e delle nuove tecnologie.

Ogni anno viene scelta una sceneggiatura scritta da autori under 35 che diventa un cortometraggio realizzato da One More Pictures e Rai Cinema. Un modo per offrire ogni anno l’opportunità a un giovane filmaker di vedere sviluppata la sua sceneggiatura in un articolato progetto produttivo che comprende un cortometraggio lineare, un cortometraggio in virtual reality e altri formati crossmediali.

Gli obiettivi sono molteplici: costruire un laboratorio di innovazione a servizio delle tematiche sociali, realizzare un nuovo paradigma produttivo, educare gli adolescenti ai nuovi mondi digitali utilizzando l’immediatezza del linguaggio audiovisivo e fornire una nuova opportunità ai giovani film-maker.

“La realtà che NON esiste” vuole unire il racconto di una tematica sociale alle nuove forme di storytelling trasformando una storia forte in un progetto transmediale capace di promuovere la realtà virtuale ed i nuovi linguaggi dell’audiovisivo.

Il tema della VI edizione è “Tra Cuore e Mente: L’educazione sentimentale ai tempi dei social network”. La data ultima per l’invio delle sceneggiature è l’8 gennaio 2024.

I progetti lineari frutto delle precedenti edizioni sono stati presentati come eventi speciali alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e sono fruibili su Rai Play, le versioni VR sull’app Rai Cinema Channel VR, la versione social story è stata veicolata tramite il canale Instagram di Rai Cinema e YouTube. Le versioni videomapping sono state proiettate sui monumenti simbolo di alcune città italiane.

Le edizioni precedenti hanno raggiunto oltre 24,6 milioni di persone sui canali social con i materiali promozionali e una copertura mediatica imponente. Sono state registrate più di 2,2 milioni di interazioni sui social network di Rai Cinema, dei partner e degli artisti. Le visualizzazioni dei contenuti video pubblicati sui canali social sono state di 20,2 milioni.

Leggi di più Leggi di meno